Cosa vedere ad Enna

Foto Enna

Enna

Belvedere di Sicilia. Così è conosciuta la splendida città di Enna, che vanta di essere il capoluogo di
provincia più alto d’Italia, 931m s.l.m. Il centro abitato sorge su un altopiano che domina tutta la
regione senza impedimenti visivi.

Cosa vedere ad Enna
:

I panorami: senz’altro l’attrazione per la quale Enna è famosa, non solo in Italia ma in tutto
il mondo. La sua posizione geografica favorevole, centrale e senza alcuna catena montuosa
abbastanza vicina, infatti, la rende un punto di osservazione unico. Sono numerosi i punti da cui
godere di un ottima vista, dalla Torre delle Aquile al Castello di Lombardia, dalla Rocca di Cerere, a
Porta Palermo, passando naturalmente per il Belvedere.

Castello di Lombardia: meta turistica e luogo più famoso della città. Il Castello di Lombardia deve
il suo nome ai Fanti Lombardi, che occuparono la rocca. Costruito inizialmente con 20 Torri, oggi
la più conservata è la Torre Pisana. Oltre ad essere un luogo suggestivo ed impregnato di storia,
il Castello di Lombardia è anche uno dei più famosi belvedere della città, vi si domina una una
vista stupenda, dalle Madonie dell’Etna, al lago di Pergusa, comprendo praticamente tutta la
Sicilia centro-orientale. Da rimarcare la presenza, all’interno del Piazzale degli Amati, del Teatro
più Vicino alle Stelle, uno dei teatri lirici più famosi e frequentati d’Italia ed uno dei luoghi più
suggestivi d’Europa.

Torre di Federico II: fatta edificare dall’imperatore Federico II, probabilmente sulle rovine di
un tempio greco, è ricordata e famosa per la sua forma ottagonale, che ricorda i templi di
Gerusalemme, probabilmente dovuta all’inserzione di una Rosa dei Venti. Anche qui un magnifico
panorama, che questa volta guarda alla città alta, punto di osservazione strategico dovuto
all’originale scopo difensivo di questa stupenda costruzione.

Porta di Janniscuru: esistevano sei porte d’accesso alla città di Enna, edificate in periodo arabo-
normanno, che si affiancavano lungo le mura della città interna. La Porta di Janniscuru è l’unica
rimasta intatta. Costituita da un imponente arco a tutto sesto, è senz’altro un luogo che merita
una visita, pur trovandosi al di fuori del tradizionale circuito turistico della città vecchia.

Santuario di Papardura: situato in area che gode di un atmosfera mistica, un pianoro roccioso ricco
di grotte abbarbicate su pareti chiare, il santuario è costituito da una chiesa dal profilo austero.
L’interno è qualcosa di magnifico e ricchissimo, in tipico stile barocco siciliano, vanta un soffitto di
legno finemente intarsiato, dodici statue degli Apostoli, tele e affreschi dovuti a Borremans.

Enna è senz’altro una città tradizionale ed affascinante
, che rappresenta in toto la storia della
Sicilia, dalla dominazione araba alla modernità, troneggiando sul territorio circostante come una
sentinella paziente ed attenta.


Hotel vicino ,Enna,Italia
 |  km
GPSBooking error: Address not found !

About Giulio G. D'Antona
nato a Milano nel 1984 è scrittore, sceneggiatore, naturalista e fumettista. Collabora attivamente con numerosi blog di informazione, Italiani ed Esteri.

Commenta questo articolo!