Cosa vedere a Catanzaro

Foto Catanzaro

Catanzaro

E’ il capoluogo più piccante d’Italia, infatti il piccante è la base di molti suoi piatti, siamo a Catanzaro sì ma ora non per gustare qualche afrodisiaco piatto bensì per vedere cosa ci offre di interessante da un punto di vista culturale.

Partiamo con la Basilica dell’Immacolata:

dedicata alla patrona della città svolse le funzioni di cattedrale tra il 1783 e il 1833, poiché il Duomo era stato danneggiato dal terremoto. La facciata venne ricostruita in stile neoclassico nel 1913 e viene restaurato anche il campanile. All’interno ammiriamo pregiati affreschi raffiguranti l’Incoronazione di Maria e la Madonna adorata dai Santi.

Il Duomo:

eretto in epoca normanna (1121) è consacrata a Santa Maria Assunta e agli Apostoli Pietro e Paolo. Fu restaurata in più riprese la prima volta a causa del terremoto del 1638, la seconda nel 1943 per via dei bombardamenti. All’interno osserviamo alcune opere sopravvissute agli eventi sopracitati: il prezioso busto del patrono San Vitaliano, una tela raffigurante la Sacra Famiglia e la notevole tela di Di Tommaso di Squillace. Il Battistero è addossato alla chiesa quasi a formare un corpo unico. Qui possiamo ammirare alcune opere di Mattia Preti.

La Chiesa del SS. Rosario:

del 1400. Di tale chiesa sottolineiamo all’interno la presenza di una tela dedicata alla Madonna del Rosario e dei Misteri, un’altra raffigurante i Santi Rosa e Domenico e il pregevole monumento funerario di Gaetano Rocca. Abbiamo inoltre diverse sculture come del Redentore, di fine ’400, e quella raffigurante la Madonna con Bambino.

La chiesa di Santa Teresa, o dell’Osservanza, con convento annesso:

conserva al suo interno la cinquecentesca cappella del Santo Sepolcro, che accoglieva le reliquie della Terra Santa, e la cappella del Santissimo Crocefisso con la statua della Madonna delle Grazie, opera di Antonello Gagini.

Parchi naturali:

- Parco della “Biodiversità mediterranea” un vasto parco comprendente aree a prato, pista ciclabile, area pattinaggio, parco giochi, un giardino botanico, due laghetti con piante acquatiche, un lago dei cigni, un labirinto verde, un teatro e punti di ristoro.

- Pineta e giardino botanico Li Comuni ubicato nel quartiere Siano, si estende su una superficie di 700 ettari ed è diviso in tre grandi aree: la prima riservata ad escursioni, itinerari guidati, ecc, la seconda aperta per le passeggiate e per coloro che non necessariamente intendono fare escursioni e la terza in cui si concentrano i parcheggi, gli spazi per la didattica, l’orto botanico, i laghetti e il teatro.

- La pineta di Giovino, situato nel quartiere Lido, parallela alla spiaggia con aree per il campeggio.

Musei:

- Museo Storico Militare: posto nel Parco della Biodiversità Mediterranea ci offre una grande collezione di armi, equipaggiamenti militari e mappe d’epoca dal 1600 fino alla seconda guerra mondiale. Fra le curiosità del museo: la riproduzione delle trincee, con effetti sonori che riproducono le ambientazioni della Grande Guerra.

- Museo provinciale “Villa Margherita”: espone vari reperti preistorici e collezioni di monete.

- Museo delle carrozze: un edificio realizzato stile medioevale ospita la collezione di preziose carrozze del barone De Paola utilizzate per le riprese di numerosi film italiani e stranieri tra cui Via col vento, annesso all’edificio si trova un altro museo sulla civiltà contadina.

- Museo risorgimentale: conserva armi dell’epoca garibaldina, , i diari di guerra e i documenti mazziniani, carte cospirative e vari cimeli delle guerre d’Africa e di Spagna.


Hotel vicino ,Catanzaro,Italia
 |  km
GPSBooking error: Address not found !

Commenta questo articolo!