Cosa vedere a Bologna

Foto Bologna

Bologna

Se amate i tesori del passato e desiderate visitare una città ricca di opere d’arte, Bologna è la tappa che dovete concedervi in questo tour italiano.

Tra le molte bellezze che possiamo visitare ne citiamo alcune che bisogna proprio vedere:

Piazza Maggiore

Il centro della città con la sua celebre Fontana del Nettuno di Giambologna e su cui si affacciano i più grandi edifici del potere civile e religioso:

Basilica di san Petronio:

  • Palazzo del Comune: sede di alcune illustri fondazioni culturali come il Museo Morandi, in cui sono custodite le opere del grande maestro donate alla città di Bologna
  • Palazzo del Podestà: costruito nel XIII secolo è contraddistinto dalla Torre dell’Arengo e dal cosiddetto Voltone del Podestà, cioè un ampio porticato dove si ammirano le statue dei quattro protettori di Bologna.
  • Palazzo di Re Enzo: costruzione duecentesca che conserva nelle sue sale l’archivio cittadino e il Carroccio, cioè un grande carro che veniva usate in guerra per portare le insegne delle città.

Vi si trova anche la maestosa basilica di San Petronio realizzata in stile gotico, mostra un portale decorato da bassorilievi di Jacopo della Quercia, mentre all’interno si trovano alcune cappelle notevolmente decorate. Nella navata sinistra, sul pavimento, è visibile la meridiana più grande del mondo, progettata dal matematico Giovanni Domenico Cassini e realizzata nel 1655.

Il complesso monumentale di santo Stefano: ha avuto origine dall’unione, attraverso cortili e porticati di sette chiese e cappelle, ed è uno degli edifici romanici meglio conservati della città.

La basilica di San Francesco: costruita nel XIII secolo in un terreno concesso dal comune ai francescani. Al suo interno ammiriamo i monumenti di: Ludovico Boccadiferro, d Pietro Fieschi, l’Arca del vescovo Galeazzo Bottrigari. Il Sepolcro di Giuseppe Arnolfini ed il Sepolcro di papa Alessandro V. Gli affreschi con Storie della vita di san Francesco, realizzati da Giovanni da Rimini nel refettorio del convento ed un Crocifisso dipinto da Giovanni Lianori.

Basilica di San Domenico: sede principale dell’ordine Domenicano. All’interno possiamo vedere:

l’Arca di San Domenico, in cui sono conservati i resti del santo, situata nella Cappella di san Domenico, la Cappella del Rosario, Un prezioso Crocifisso del 1250, il San Tommaso d’Aquino del Guercino ed altre splendide opere. La basilica di San Domenico ha un piccolo museo, in cui sono custodite opere d’arte e reliquie, fra cui ad esempio: il reliquiario di Luigi IX di Francia, esempio di oreficeria in stile gotico del XIII secolo, I resti della Pietà in terracotta di Baccio da Montelupo, i resti di alcuni affreschi e tanti altri capolavori.

la Pinacoteca Nazionale: una delle più rilevanti istituzioni museali italiane, che ospita nelle sue sale opere di Raffaello, Carracci, Reni e tanti altri artisti legati a Bologna.

le due torri simbolo di Bologna: la Torre Garisenda (48.16 metri) e la Torre degli Asinelli (97.20 metri), che con la loro altezza caratterizzano il profilo della città.

L’anfiteatro di anatomia: attualmente è la sede della biblioteca comunale: risale al 1637 ed era una sala dedicata allo studio dell’anatomia a forma di anfiteatro, costruita in legno d’abete, decorata con statue di illustri medici del passato e di modelli anatomici dell’artista Lelli.

Il santuario della Madonna di San Luca: è un santuario dedicato al culto cattolico mariano che si eleva sul Colle della Guardia completamente immerso nel verde, molti pellegrini vi si recano per adorare la sacra icona della Vergine col Bambino detta “di San Luca”. Fra le opere che si trovano all’interno, vi sono le pale d’altare di: Donato Creti (L’Incoronazione della Vergine), Guido Reni (La Madonna del Rosario), Guercino (una versione del Cristo che appare alla Madre), Domenico Pestrini. Ed inoltre gli affreschi di Vittorio Maria Bigari.


Hotel vicino ,Bologna,Italia
 |  km
GPSBooking error: Address not found !

Commenta questo articolo!